Si tratta di una grande cima imponente e distante dagli impianti, ma che con buone condizioni di neve si può sciare direttamente dalla vetta, su terreno tecnico, ma non estremo. Saliamo verso l’ex rifugio Cantore per un’ ora abbondante  e in vista del rifugio Giussani (che non raggiungiamo) svoltiamo a destra su per un verticale, tostissimo ghiaione, dove arranchiamo con enorme fatica (anche questa volta le mie condizioni fisiche non sono buone: sto male e mi gira la testa, ho lo stomaco sotto sopra, forse il viaggio…). Durata salita: 3:30 ore poi discesa in funivia. Poco difficile – PD = tracciato più articolato con canali e camini, con passaggi verticali e a tratti esposto; normalmente attrezzato con cavo o catena, con pioli e/o scale metalliche fisse. Nel dettaglio, segnavia sentiero CAI 666 (Alta via delle Dolomiti n°2) – bivio traccia di sentiero non segnato… Tofana di Dentro: percorso alpinistico di media difficoltà. Partiendo del Refugio Dibona recorremos el sentiero Astaldi por no hacer el mismo trayecto que haremos a la bajada. DISCESA. Questa ferrata comprende alcuni passaggi molto esposti e alquanto impegnativi. Segnavia: Traccia poi  CAI La ferrata è molto bella, panorami di Cortina e dintorni stupendi. Via normale: la via di salita più frequentata per raggiungere la cima della montagna, la più isolata delle tre, che consta di un faticoso sentiero lungo i detritici pendii settentrionali che può presentare qualche difficoltà in caso il tratto di cresta sommitale sia innevato; sale dalla pietraia del Masarè dove ora sorge il rifugio Camillo Giussani, salibile in 2,30 h di difficoltà EE. Ruta Tofana di Mezzo por sentiero Astaldi-ferrata punta Anna de via ferrata en Pocol, Veneto (Italia). Lungo il sentiero n. 407 a Piè Tofana. Cima Tofana: la terza cima più alta delle Dolomiti. sull'alta Val Travenanzes, che scende sull'Ampezzano, e sull'imponente parete ovest della Tofana di Rozes. Termina così  questo meraviglioso giro della Tofana, potremmo chiamarlo “Anello della Tofana di Mezzo”. Come ultima variante, infine, dal Doss de Tofana si può proseguire per la vetta della Tofana di Mezzo con la ferrata Gianni Aglio. Traccia GPS per Ferrata Olivieri a Punta Anna. Poi saliamo sempre per traccia il sentiero fino al bellissimo laghetto glaciale e all’Abisso della Tofana, un grande buco nella roccia dove periodicamente l’acqua del laghetto viene inghiottita. Durante l'escursione si passa per Rifugio A. Dibona, Rifugio Giussani, Tofana de Rozes e Monumento Cantore. I nuovissimi Sci Scott Superguide Freetour sono il sacro graal... Rinvii ergonomici e robusti per arrampicata sportiva.... Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com. 4,5 ore Dislivello in salita: 320 m Dislivello in discesa: 1.040 m Tempo d'accesso: ca. Mi affaccio sull’orlo di un canalone ghiaioso e per chiudere in bellezza la magnifica giornata chiedo a Gino “sarà morbido?” Gino mi guarda e dice di no, io ribatto “là in mezzo… forse!” Lui mi dice “vado a vedere” e si lancia nel ghiaione dove dopo pochi secondi lo seguo… ora chi piano giù per sentiero, chi veloce giù per ghiaione scendiamo fino al Rifugio Dibona per le ultime, meritate birre. La cima e’ nostra. Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima: ... Come per la salita o traversando alla Tofana di Mezzo per via ferrata facile ma in alcuni tratti esposta, poi in funivia al Rif. – E’ un itinerario a tema specifico prevalente (naturalistico, glaciologico, geologico, storico, religioso) di chiaro scopo didattico formativo. Evviva gli spiriti liberi. Lungo il percorso che collega Pié Tofana al Col Drusciè, sono stati collocati 12 tabelloni 70×100 cm, con foto dei vari pianeti e del Sole, tutti sistemati ad una distanza che, in scala 1/10 miliardi, rispecchia la loro reale dimensione e posizione nel cielo. La croce della cima Tofana di Dentro, un corvazzo ed un escursionista. Vista panoramica e tantissima roba! Difficile – D = tracciato continuamente verticale, molto articolato e con tratti esposti; attrezzato con funi metalliche e/o catene, vari infissi metallici che richiedono un certo impegno fisico anche se con l’aiuto di pioli di appoggio. Cortina d'Ampezzo ⇒ inizio: canalone Tofana e Buso ~ fine: cima Tofana di Mezzo dopo 'Punta Anna' la salita è varia, canalone ghiaioso molto ripido, neve e ghiaccio oltre il 'Bus' nel versante nord, discesa per il 'Bus' e il canalone al Giussani [A][Y] sentiero alpinistico … Copertura cellulare: parziale Da qui, prima per il sentiero CAI 402 e poi per i sentieri CAI 412-403 si scende fino al Rifugio Dibona (2.037 m) ove si pernotta. Tranne alcuni alpinisti che salgono da Punta Anna, tutto il mondo ha percorso i pochi metri che lo separano dall’arrivo della funivia alla cima credendo pure di aver compiuto una grande impresa e spara selfie a volontà. L’indomani vogliamo salire la Cima della Tofana di Mezzo, la partenza sarà alle 5. Dopo le foto di rito noi scendiamo al rifugio sottostante dove ammiriamo il panorama dal terrazzo e ci scoliamo tre birre (una a testa) prima di prendere la funivia e scendere a Ra Valles, per poi risalire per un bel pezzetto fino all’imbocco del sentiero attrezzato Olivieri, nulla di difficile tranne alcune scale, percorrerlo e arrivare al Rifugio Pomedes con un’altra terrazza panoramica sulle Dolomiti e l’Ampezzano. Scarica la traccia GPS e segui il percorso su una mappa. Al termine del sentiero Astaldi una breve sosta sul prato, ammirando da lontano il ghiaione di salita che ci appare… bello e poi bello. Sentiero Attrezzato Ora si prosegue sul comodo sentiero n. 404. 🔸Partendo dallo storico Rifugio Dibona, risaliremo l’ampia carrareccia che porta alla sella ove sorge il Rifugio Giussani. Grazie ad un sistema di cenge e terrazze, interrotte da un paio di salti rocciosi facilmente superabili grazie a due scalette metalliche, in circa un’ora si arriva al termine del sentiero attrezzato, sulle ghiaie sottostanti l’imponente parete est della Tofana di Mezzo, in prossimità degli impianti sciistici sulle piste di Ra Valles. L’ultimo sforzo, una breve arrampicata per facile roccette  e alle 11.50 tocchiamo la cima della Tofana di Mezzo… che grandissima soddisfazione arrivare alla croce sulla sommità! Autore/i: Salvatore e Paola A Fiames per Cengia Paolina e Valon de Ra Ola: difficile, per esperti. Descarga el track GPS y sigue el recorrido del itinerario del sendero desde un mapa. Il percorso può essere intrapreso in senso inverso, oppure abbinato come via di rientro dalla ferrata Punta Anna, qualora invece di scendere al Rifugio Giussani si decidesse di salire ancora un po’ e scendere poi in direzione Ra Valles > Sentiero Olivieri > Pomedes. A differenza dei “Sentieri ferrati”, le “Vie ferrate” si sviluppano invece su pareti verticali, più o meno esposte. Il Sentiero Olivieri offre una vista magnifica su Cortina e sulla valle d’Ampezzo, e merita sicuramente d’essere percorso. Raggiunta la stazione a monte (3190 m) dobbiamo intraprendere il largo sentiero che ci conduce in cima alla Tofana di Mezzo. Saliamo verso l’ex rifugio Cantore per un’ ora abbondante  e in vista del rifugio Giussani (che non raggiungiamo) svoltiamo a destra su per un verticale, tostissimo ghiaione, dove arranchiamo con enorme fatica (anche questa volta le mie condizioni fisiche non sono buone: sto male e mi gira la testa, ho lo stomaco sotto sopra, forse il viaggio…). Proseguendo per il sentiero CAI 401-402 in leggera discesa si raggiunge la Forcella Col dei Bos (2.331m). Dopo circa 50 m prendere un evidente sentiero sulla sinistra (nord). Per la cima – prima di tutto si deve percorrere una lunga cresta di roccette (I, tracce ed ometti). Caratteristiche itinerario: Ad anello compiuto in senso anti-orario. Dolomiti, altre linee di sci ripido e sci estremo, Arcadia, la nuova falesia a Leonidio in Grecia, Nuove vie di misto sulla Gran Sometta di François Cazzanelli & Co, Video: Luca Rinaldi su Power of Now 8C a Magic Wood, Phoenix sul Monte Popera nelle Dolomiti di Simon Gietl e Andrea Oberbacher, Wolkenreise - Florian Thamer Gedächtnisweg, James Pearson su Harder, Faster a Black Rocks. Acqua, sorgenti: no Località: Cortina D’Ampezzo Facile – F = tracciato molto protetto, ben segnato, poco esposto e dove le strutture metalliche si limitano al solo cavo e/o catena fissati unicamente per migliorare la sicurezza, ma che potrebbero essere evitati (o non usati) se percorsi da alpinisti esperti. Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, di progressione, movimento in ambiente alpino capacità di orientamento. Usata per sparare verso la Val Travenanzes, la si raggiunge attraverso il sentiero Ra Zestes. Informarsi bene sulle date di apertura della funivia “Freccia nel cielo” e delle seggiovie di Tofana. profilo altimetrico traccia Amen. 1:30pm-4pm Tofana di Dentro - … – (T) o turistico, Itinerario di ambito locale su carrarecce, mulattiere o evidenti sentieri. Dopo un altro trio di birrette eccoci di nuovo in cengia sul sentiero attrezzato Astaldi, con le sue rocce di color rosso, verde e giallo ocra. Si raggiunge la cima della Tofana di Dentro -3237mt- dalla quale il panorama è strepitoso in particolare per la splendida vista sul ghiacciaio della Marmolada e dove si respira ancora l'atmosfera classica dei vecchi percorsi militari di guerra vista anche la probabilità di trovare qua e là vecchi reperti. Ra Vales e quindi sentiero 407 fino al punto di partenza. Escursione nella zona di , Veneto, Italia; il percorso è lungo 6.2km e presenta 1192m di dislivello. Il giro per eccellenza da fare nel gruppo del Lagorai è raggiungere il rifugio Ottone Brentari a cima D’Asta situato ai piedi dell’omonima cima, vetta che con i suoi 2847 metri è la più alta di tutto il gruppo. Discesa: Come per la salita o traversando alla Tofana di Mezzo per via ferrata facile ma in alcuni tratti esposta, poi in funivia al Rif. Poi saliamo sempre per traccia il sentiero fino al bellissimo laghetto glaciale e all’Abisso della Tofana, un grande buco nella roccia dove periodicamente l’acqua del laghetto viene inghiottita. Proseguendo per il sentiero CAI 401-402 in leggera discesa si raggiunge la Forcella Col dei Bos (2.331m). Dibona (chi è salito con impianti prenda il sentiero 421 per rif. Dopo aver superato il rifugio Pomedes, un po 'più di salita ci porta all'inizio della ferrata di Punta Anna, una delle più spettacolari che abbiamo mai fatto. Scendere al Col Drusciè (prima stazione) ed incamminarsi in discesa verso Pié Tofana (circa 20 minuti). ( Chiudi sessione /  Proprio da qui infatti parte la via normale per raggiungere la cima. Dibona 2037 m.s.l.m Rif.Ra valles 2470 Partiendo del Refugio Dibona recorremos el sentiero Astaldi por no hacer el mismo trayecto que haremos a la bajada. Seguiamo il bellissimo sentiero 403 fino a individuare una traccia verso destra poco prima del Giussani che sale a mezzacosta in direzione di Punta Anna. A piedi ci si immette sul sentiero n. 412 che sale tra prati e boschi radi confluendo sulla sterrata ex militare per la Forcella Col dei Bos. Termina così  questo meraviglioso giro della Tofana, potremmo chiamarlo “Anello della Tofana di Mezzo”. Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Al Rifugio Ra Valles attraverso il Bus de Tofana: media difficoltà, per sentiero segnato ma senza numero. Ferrata Tofana di Dentro. Cima: Tofana di Mezzo 3244 m.s.l.m Escursione lunga e faticosa per dislivello e durata. Qui una scritta su di un masso indica la deviazione per la "Grotta della Tofana". L’incontro con i camosci é quasi una certezza, le pale erbose che sovrastano il Rigfugio Duca d’Aosta offrono a questi agili animali cibo e calore. Paola è davanti a me, per un po’ è riuscita a tallonare Gino, ma poi lui si distanzia inesorabilmente, facendo la traccia sull’infida ghiaia su cui calchiamo due passi avanti e scivoliamo un passo indietro. Al termine del sentiero Astaldi una breve sosta sul prato, ammirando da lontano il ghiaione di salita che ci appare… bello e poi bello. Ore 2.30 circa. 15-20 minuti. Area: Dolomiti, Gruppo: Tofane, Cima: Tofana di Mezzo, Stato: Italia. Vedrete poi la traccia del sentiero ben evidente e numerosi ometti di pietra a segnalarlo. È ora di saldarlo. Difficoltà: 2 Valutazione complessiva: 2 Tipologia del percorso 35% cavo d’acciaio, 65% sentiero e sentiero esposto Tempo complessivo: ca. Cima Tofana di Mezzo Data: 4-8-2018 Cima: Tofana di Mezzo 3244 m.s.l.m Gruppo Montuoso: Tofana Cartina: 03 Cortina D’Ampezzo e Dolomiti Ampezzane Segnavia: Traccia poi CAI Tipologia sentiero: Escursionisti Esperti Difficoltà*: EE- A-D Quota partenza: Rif. Discesa abbastanza lunga su terreno duro e sassoso, a mio avviso non molto piacevole :-). Durata discesa: Si consiglia di usare la funivia. Andare in certi posti è molto soggettivo ed oggettivamente (scusa il gioco di parole) io non ti conosco benché tu mi dica che già fai qualche camminata, quindi non posso consigliarti dove andare. Verifica dell'e-mail non riuscita. Si inizia dal canalone che porta alla Forcella Vallon (tracce con bolli rossi). Stesso itinerario come per Tofana di Mezzo sino ai “Jaze de Tofana”, poi per via ferrata del For… Panorama dalla cima verso il vicino Monte Casale dove è visibile la via di salita Panorama dalla cima verso la Tofana di Rozes. Caratteristiche itinerario: Ad anello compiuto in senso anti-orario. Gruppo Montuoso: Tofana Non era una mattina come le altre era un giorno speciale, perché non dovevamo andare a fare un qualsiasi rifugio, dovevamo andare a conquistare una cima, quella della Tofana di Rozes. Continuando la salita sul sentiero 403, il panorama davanti a noi, si fa sempre più arido e roccioso e il Vallon di Tofana si restringe gradualmente, facendoci salire a zig-zag al cospetto della Tofana di Rozes da un lato e della Punta Anna, dall’altro. Estremo – E = tracciato estremamente difficile, verticale e strapiombante, attrezzato prevalentemente con sola corda fissa e/o catena; gli appoggi esistenti sono esclusivamente naturali ed i pioli fissati sono pochissimi; è necessaria molta forza fisica, soprattutto nelle braccia e se non in possesso di tecnica d’arrampicata, la scalata risulterà eccezionalmente difficile. Poco prima di raggiungere la vetta incontriamo un bivio con un segno sulla roccia che ci indica a destra l'attacco della Ferrata del Formenton (10' dalla stazione a monte della funivia). Sentiero Turistico La via è certo di soddisfazione per la linea e le difficoltà da superare, non brilla invece per qualità della roccia (buona, … I panorami verso 5 Torri, Tofana di Rozes, Cortina d'Ampezzo, ecc., Sono spettacolari. Nota: nella compilazione degli itinerari che vi raccontiamo teniamo sempre conto delle difficoltà obbiettive (da non confondersi con i pericoli soggettivi / oggettivi) e non di quelle soggettive, cerchiamo comunque di riportare quelle usate ufficialmente, cioè da fonti ufficiali, quali il CAI/SAT o Guide Alpine, libri specializzati di montagna e escursioni. Dibona 2037 m.s.l.m Rif.Ra valles 2470 Quota da raggiungere: Cima Tofana di Mezzo 3244 m.s.l.m Dislivello: 1207 + 270… Puoi anche scaricare: [ Traccia GPX ] [ Traccia KMZ ] [Segnaposto parcheggio Google Maps] Se non hai un dispositivo GPS, a questo link trovi una serie di dispositivi adatti all'escursionismo in montagna. Cima Tofana is also the perfect starting point and arrival for different hikes, via ferratas and climbing ways.