Il loro figlio Federico è un laureando in filosofia tiranneggiato da un barone universitario che gli preferisce qualunque altro studente. Al massimo qualche weekendino nel film I predatori di Pietro Castellitto, figlio di Sergio. Vai alla recensione », È l'esordio di un ex ventenne (all'epoca della scrittura del soggetto), classe 1991, post ideologico, post tutto. Io ho la profonda necessità di una bomba... Ti abbiamo inviato un'email per convalidare il tuo voto. distribuito da 01 Distribution. Lo avevamo già visto in ruoli minori diretto dal padre e da altri registi italiani. Si è aggiudicato il premio per la migliore sceneggiatura nella sezione Orizzonti di Venezia 77 I Predatori, esordio alla regia di Pietro Castellitto, che veste anche i panni di attore e sceneggiatore. Un banale incidente farà sfiorare quei due poli. Pierpaolo è un medico sposato con Ludovica, affermata regista. Inizia con una allucinazione mefistofelica I predatori. I Predatori è al cinema dal 22 ottobre 2020. Dopo la tappa in Concorso nella sezione Orizzonti alla 77° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia,dove ha vinto il Premio Migliore Sceneggiatura, il 22 ottobre arriva nei cinema I Predatori, opera prima scritta, diretta e interpretata da Pietro Castellitto, figlio dell’attore e regista Sergio Castellitto.. La trama ufficiale: È mattina presto, il mare di Ostia è calmo. ), il neoregista racconta le Favolacce che si districano all'interno di una Roma periferica, artificiale e, tutto sommato, inedita. I predatori, film diretto da Pietro Castellitto, racconta la storia di due famiglie, i Pavone e i Vismara, molto diverse fra loro sia nella scala sociale che nella vita: intellettuale, ricchi, borghesi i primi; proletari, fascisti e incolti i secondi.Nonostante la loro estrema diversità, qualcosa li accomuna e non è soltanto la caotica Roma in cui vivono. Chi sono i predatori? Tutte scelte che mostrano l'abilità tecnica del regista, ma interferiscono con la narrazione invece di assisterla. Un debutto interessante che interseca molteplici linee narrative e si misura a testa alta con i registri tipici della commedia all'italiana. Agli antipodi sono nuclei apparentemente opposti che condividono la stessa giungla, Roma. I primi sono sinistri, più che di sinistra, causa genitori velenosi (lei regista, lui chirurgo) separati in casa con figlio accademico e bombarolo. Di I predatori, l'esordio nel lungometraggio di Pietro Castellitto, si sa quel che in ogni recensione e articolo sembra non poter mancare, come gravosa informazione di partenza: Pietro è il figlio di Sergio Castellitto, [...] Roma e Ostia, borghesi e borgatari, padri e figli. Vai alla recensione », Un'opera prima è un'impresa complessa e rischiosa. Anche post commedia all'italiana, da cui I predatori si tiene alla larga. Ci sono i proletari fasci di Ostia che dietro l'aria da cafoni nascondono un po' di umanità (e poco importa il gioco metanarrativo che dovrebbe stabilire una distanza ironica nella morale del film) e ci sono i ricchi intellettuali di Roma che nonostante facciano cose buone e giuste - curano malattie, girano film, [...] Le interpretazioni migliori, per contro, sono quelle di Marzia Ubaldi, Liliana Fiorelli e soprattutto Giulia Petrini, proprio perché privilegiano il sottotono e rinunciano agli istrionismi per lasciar trapelare un dolore autentico e una maggiore riconoscibilità umana. Data di uscita 22 ottobre 2020. E a suo modo sorprende. Ci sono due famiglie. Scelte catalizzate attraverso ambienti, imprevisti, istinto e prerogative come l’alienazione, la frustrazione e l’incomunicabilità. Quello che è costante a molti figli di scrittori e registi è il dover-voler raccontare le pieghe di quello strano mondo in cui sono nati e cresciuti. Secondo Pietro Castellitto I predatori è un film antiborghese, non un film antifascista. Si tratta dei Vismara e dei Pavone. Da giovedì 22 ottobre al cinema. Ci sono i proletari fasci di Ostia che dietro l'aria da cafoni nascondono un po' di umanità (e poco importa il gioco metanarrativo che dovrebbe stabilire una distanza ironica nella morale del film) e ci sono i ricchi intellettuali di Roma che nonostante facciano cose buone e giuste - curano malattie, girano film, [...] Apparentemente incompatibili, con modi di pensare e stili di vita opposti, le due famiglie si troveranno a scontrarsi a causa di un’insignificante incidente. Pietro Castellitto esordisce alla regia con una storia corale complessa. Scheda dettagliata di I predatori, con trama, cast e tutte le info sul film; inoltre foto, video, trailer e recensioni della redazione e degli utenti #IPredatori I Predatori racconta di mondi che si scontrano, ognuno dei quali incontra e incrocia l’altro nella totale inconsapevolezza. Un banale incidente farà sfiorare quei due poli. È sempre mattina presto quando, qualche giorno dopo, un giovane assistente di filosofia verrà lasciato fuori dal gruppo scelto per la riesumazione del corpo di Nietzsche. Intreccio di famiglie altoborghesi e coatte. piùCompagnia - All I watch for Christmas. Vai alla recensione ». Alla sua prima prova dietro la cinepresa Pietro Castellitto, figlio di Sergio e di Margaret Mazzantini, butta decisamente il cuore oltre l'ostacolo e si cimenta in una storia corale assai complessa, commettendo uno degli errori classici del neoregista: mettere troppa carne al fuoco. Nonostante la loro estrema diversità, qualcosa li accomuna e non è soltanto la caotica Roma in cui vivono. Le risate che titilla non sono amare, non sono crasse: sono gli sghignazzi nervosi che rompono il silenzio di un funerale, innescati da sketch catatonici e farseschi che coinvolgono [...] I ricchi sono ignari dei poveri che guardano ai ricchi che disprezzano. Avatar, il più piratato del 2010 E' stato il film più scaricato del 2010 e ad oggi è il film più scaricato di sempre. Scopri tutto su I Predatori, film drammatico del 2020 di Pietro Castellitto. Due torti subiti. Di. La storia, scritta dallo stesso Pietro, segue innumerevoli linee narrative che si intersecano in modo rocambolesco (e abbastanza improbabile), regalando ai suoi personaggi una mole imponente di dialoghi, a volte anche divertenti, che però generano un accumulo poco funzionale alla storia. Il più funzionale alla trama è il bravissimo Dario Cassini nel ruolo di Bruno, proprio perché la sua maschera tragicomica è dichiaratamente fasulla e ostentata. Se vuoi saperne di più, Recensione di [...] Non c'entra nemmeno il Virzì di Ferie d'agosto, anche se la narrazione gira attorno a due famiglie, una, diciamo così, borghese e di sinistra, i Pavone, e l'altra, ridiciamo così, proletaria e di destra, i Vismara. La seconda stagione di Bridgerton si farà? TRAMA: I predatori, film diretto da Pietro Castellitto, racconta la storia di due famiglie, i Pavone e i Vismara, molto diverse fra loro sia nella scala sociale che nella vita: intellettuale, ricchi, borghesi i primi; proletari, fascisti e incolti i secondi. Vai alla recensione ». Trama. Trama. [...] Pierpaolo è un medico sposato con Ludovica, affermata regista. I primi formano un nucleo di borghesi intellettuali (mamma regista, papà chirurgo, figlio dottorando in filosofia); i secondi (due fratelli con rispettive mogli e prole, più l'anziana madre) danno vita a un eterogeneo gruppo di nostalgici, gestori di un'armeria per conto dello zio malavitoso. Regia di Pietro Castellitto. La storia di due famiglie agli antipodi che condividono la stessa giungla metropolitana. È sempre mattina presto quando, qualche giorno dopo, un giovane assistente di filosofia verrà lasciato fuori dal gruppo scelto per la riesumazione del corpo di Nietzsche. . Dall' altra i fratelli neofascisti borgatari Claudio e Carlo, che gestiscono un' armeria e che sono sposati e con figli. Nel novero dei figli d'arte, la carriera cinematografica di Pietro Castellitto parte bene, con il suo primo film I predatori premiato come migliore sceneggiatura in Orizzonti. I PREDATORI - Commedia, Film, Grottesco, Primo Piano, Streaming - Spietati - Recensioni e Novità sui Film - Recensioni film, serie tv, festival, video e libri. Vai alla recensione », Secondo Pietro Castellitto I predatori è un film antiborghese, non un film antifascista. Lo ha stabilito TorrentFreak, il blog dedicato al mondo del filesharing, che ha redatto la classifica dei film più piratati di sempre attraverso il protocollo BitTorrent. Vai alla recensione », In attesa di vederlo nei panni di Francesco Totti nella serie Speravo de morì prima, Pietro Castellitto (classe 1991) porta in Orizzonti a Venezia 77 la sua opera prima. Vai alla recensione », A Roma si dice: "m'annate a pijarvela 'nculo". Vai alla recensione ». I Predatori racconta le vicende di due famiglie di Roma: i Pavone e i Vismara. Dovete, però, fare i conti con un Pietro Castellitto, con il suo pensiero, una variante di quello "debole": Nietzsche, morto "vergine" ossia non potè fecondare altro che gente tra cui anche chiacchieroni esaltati. TRAMA. Castellitto arriverà presto anche sul piccolo schermo nella serie TV Speravo De Morì Prima, in cui presterà il volto a Francesco Totti. Quel che gli è mancato, forse, è un accompagnamento produttivo più disposto ad arginare la sua effervescenza, fatale se si vuole creare un primo film solido e coerente. Film 2020 Spesso ci si domanda chi siano quei personaggi, e quanto il regista davvero li conosca: il risultato è che appaiono più maschere che persone, il che in ambito di commedia non sarebbe un difetto, se il registro fosse uniforme. I Predatori è una produzione Fandango e Rai Cinema ed è distribuito in Italia da 01Distribution. Non ho nemmeno capito se ci fosse qualcosa da capire. Un uomo bussa a casa di una signora: le venderà un orologio. Uscita cinema giovedì 22 ottobre 2020 I Predatori (2019): scheda e trama del film di Pietro Castellitto. La presenza di genitori celebri comporta conoscenze utili e semplifica la trafila degli esordi. Una vive a Roma, una a Ostia. I predatori Durata 109 minuti circa. "I predatori", l'ottimo esordio di Pietro Castellitto, è una commedia drammatica che ricalca alla perfezione i canoni di entrambi i generi, in una profonda cornice di immobilità emotiva che esplode lentamente.Un film a più voci, con più protagonisti che esprimono mondi diversi e diametralmente opposti, due realtà che nelle incomprensioni e nella solitudine sono fin troppo simili. Trama de I predatori. Il film è stato premiato al Festival di Venezia, In Italia al Box Office I predatori ha incassato 159 mila euro .